Categorie
Riflessioni

… con i miei figli a Firenze

Firenze, 21 febbraio 2016

Le sensazioni che provo a stare con loro e che leggo nei loro occhi sono ineguagliabili.
Stasera ci siamo ritrovati a passeggiare fuori agli Uffizi di Firenze e incontrare alcuni grandi del nostro passato: Dante, Petrarca, Boccaccio, Amerigo Vespucci e Galileo Galilei.
Parlar di loro ai miei figli è stato fantastico, perché la loro curiosità, la loro voglia di conoscere e le loro promesse di un impegno nello studio “per conoscere meglio e di più di te babbo” è indimenticabile. E poi ritrovarsi in via dei Georgofili (storpiata per un attimo in ‘geroglifici’), sotto la targa che ricorda la strage del 27 maggio 1993, e spiegare perché hanno messo un’autobomba proprio lì (e nello stesso tempo essere ascoltato da un gruppo di trentenni che non ne sapevano niente. Ah! che occasioni perse dalla scuola per far conoscere la storia dell’Italia).

Grazie Chiara, grazie Francesco per essere così coinvolti nel percorso che ho instaurato con voi e per voi. Sono orgoglioso di voi due e fiero di essere il vostro babbo.
Un abbraccio. Vi amo.

Categorie
Aforismi

La Lettura, D.P

“La lettura è un atto di creazione permanente”
Daniel Pennac, Come un romanzo

Massimo Amato