Categorie
Foto Scuola

Riga (LV) – 26 27 e 28 nov 2015

Great occasion to discover Riga, capital of Latvia.

At the ultimate conference of Goerudio project in Riga, I presented my experiences and my students’ work from January 2014.

attended final conference
attended final conference

But also I visited Riga. Here some pictures (click on):

Categorie
Foto Scuola

Madrid e Toledo – 16/21 marzo 2015

Categorie
Scuola

“Il Cammino del Pensiero”

IL CAMMINO DEL PENSIEROda Focus Storia

 

Categorie
Perché Scuola

“Divinità Greche”

dalla rivista “Focus Storia”

 

Categorie
Scuola

“Why Do Americans Stink at Math?”, NYT

When Akihiko Takahashi was a junior in college in 1978, he was like most of the other students at his university in suburban Tokyo. He had a vague sense of wanting to accomplish something but no clue what that something should be. But that spring he met a man who would become his mentor, and this relationship set the course of his entire career.

Takeshi Matsuyama was an elementary-school teacher, but like a small number of instructors in Japan, he taught not just young children but also college students who wanted to become teachers. At the university-affiliated elementary school where Matsuyama taught, he turned his classroom into a kind of laboratory, concocting and trying out new teaching ideas. When Takahashi met him,

Categorie
Riflessioni Scuola

Emozioni di fine anno scolastico

Oggi, 6 giugno 2014.
Ultimo giorno di scuola al Liceo “Calasanzio” di Empoli.
Sono passati 10 anni ed ecco che la scelta è stata fatta.
Doverosa per il mio futuro, ma dolorosa per quello che lascio.
La commozione è prevalsa, i sentimenti sono diventati forti e intensi.
La felicità di vedere i propri ragazzi che sono cresciuti, anche grazie alle mie parole.
La soddisfazione di non essere passato come uno dei tanti prof.
I genitori che mi ringraziano per quello che ho dato. Chi mi chiede di rimanere perché non ci sarà più uno come me.
E poi loro, ragazze e ragazzi…
Le dediche sulla foto della classe III. Che bello. Le lacrime scese sulle guancie di Bianca. Gli abbracci di saluto. Il silenzio rumoroso di Andrea.
Il sentimento di amicizia che mi lega con alcuni degli studenti mi riempie, risponde alla domanda: perché fai il prof.
Grazie

Nessun addio. Nessun arrivederci.
Ciao, a presto.

Massimo