Categorie
Perché

Intifada

da Wikipedia

Intifāda è un termine arabo che vuol significare nella fattispecie “rivolta”, “sollevazione”.
Il termine è entrato nell’uso comune come nome con cui sono conosciute le rivolte arabe dirette a porre fine alla presenza israeliana in Palestina.
La Prima Intifada palestinese ha il suo inizio nel 1987 quando un camion guidato da un colono israeliano travolge due taxi collettivi nel campo profughi di Jabaliya e rimangono uccisi quattro palestinesi. Gli Accordi di Oslo (agosto 1993) e la creazione dell’Autorità Nazionale Palestinese sono considerati come i termini della conclusione della prima intifada palestinese.

-> Conflitto Israele – Palestina


La Seconda Intifada palestinese indica il violento riesplodere del confronto israelo-palestinese. Il suo inizio è databile al 28 settembre 2000 quando, l’allora capo dell’opposizione israeliana Ariel Sharon e il suo entourage di 1.000 uomini armati, entrano nel complesso della Spianata delle moschee di Gerusalemme dove sorgono le due antiche moschee (al-Aqsa e la Cupola della Roccia).
Il leader politico di Hamas, Khaled Meshaal, ha invocato una “terza Intifada palestinese” a seguito della guerra di Gaza avvenuta tra la fine del 2008 e all’inizio del 2009. Questa definizione non ha tuttavia avuto riscontro in una rivolta chiaramente identificabile.

-> Conflitto Israele – Palestina

Di admin

Professore Ingegnere Kung Fu Apicoltore Astrofilo