Categorie
Aforismi

“Non cambiare”, M.T.C.

” Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe, i capelli diventano bianchi, i giorni si trasformano in anni…
Però ciò che è importante non cambiare; la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito è la colla di qualsiasi tela di ragno.
Dietro ogni linea d’arrivo c’è una linea di partenza.
Dietro ogni successo c’è un’altra delusione.
Fino a quando sei viva, sentiti viva.
Se ti manca ciò che facevi, torna a farlo.
Non vivere di foto ingiallite.
Insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni.
Non lasciare che si arrugginisca il ferro che c’è in te.
Fai in modo che invece che compassione, ti portino rispetto.
Quando a causa degli anni non potrai correre, cammina veloce.
Quando non potrai camminare veloce, cammina.
Quando non potrai camminare, usa il bastone.
Però non trattenerti mai! “
Madre Teresa di Calcutta
da: https://it.wikipedia.org/wiki/Madre_Teresa_di_Calcutta
Madre Teresa di Calcutta, all’anagrafe Anjezë Gonxhe Bojaxhiu (Skopje, 26 agosto 1910 – Calcutta, 5 settembre 1997), è stata una religiosa albanese, di fede cattolica, fondatrice della congregazione religiosa delle Missionarie della carità.
Il suo lavoro instancabile tra le vittime della povertà di Calcutta l’ha resa una delle persone più famose al mondo.
Ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace nel 1979.
Il 19 ottobre 2003 è stata proclamata beata da papa Giovanni Paolo II.
Il 18 dicembre 2015 papa Francesco ha approvato un miracolo attribuito a Madre Teresa di Calcutta e ha disposto di promulgarne il decreto.
Categorie
Musica

“What a Wonderful World”, L. A.

What a Wonderful World fu scritta da Bob Thiele (con lo pseudonimo George Douglas) e George David Weiss e interpretata per la prima volta da Louis Daniel Armstrong.

Qui l’interpretazione di Luis Amstrong disponibile su YouTube: http://youtu.be/E2VCwBzGdPM

Il testo in inglese:

I see trees of green, red roses too 
I see them bloom for me and you 
And I think to myself, what a wonderful world 

I see skies of blue and clouds of white 
The bright blessed day, the dark sacred night 
And I think to myself, what a wonderful world 

The colours of the rainbow, so pretty in the sky 
Are also on the faces of people going by 
I see friends shakin’ hands, sayin’ How do you do? 
They’re really saying I love you 

I hear babies cryin’, I watch them grow 
They’ll learn much more than I’ll ever know 
And I think to myself, what a wonderful world 
Yes, I think to myself, what a wonderful world 

Oh yeah

e la traduzione in italiano:

Categorie
Perché

Stato d’Israele

da Wikipedia

Israel-CIA_WFB_Map_(2004)Israele, ufficialmente Stato d’Israele (Medinat Yisra’el), è uno stato situato in Palestina, in un’area che approssimativamente corrisponde ai territori che, secondo la Bibbia, ospitarono in epoca antica il Regno di Giuda e Israele.

Il 29 novembre 1947 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite nella Risoluzione 181 approvava il piano di partizione della Palestina, che prevedeva la costituzione di due stati indipendenti, uno ebraico e l’altro arabo. Il moderno Stato d’Israele fu proclamato da David Ben Gurion il 14 maggio 1948, alla scadenza del Mandato britannico della Palestina.

La sovranità di Israele non è riconosciuta dalla quasi totalità degli stati arabi (fanno eccezione le due nazioni che hanno firmato accordi di pace con Israele, Egitto e Giordania ed il Marocco; mentre l’ANP, l’organismo preposto al governo dello Stato di Palestina ha riconosciuto ufficialmente Israele solo nel periodo tra il 1993 e il 2001).

-> Conflitto Israele – Palestina

Categorie
Perché

Israele – Palestina

Israel_and_occupied_territories_map_in_2004

La “Palestina” rimase sotto il dominio dei turchi, Impero Ottomano, fino a quando essi la persero alla fine della Prima guerra mondiale a favore della Gran Bretagna.

Per l’area della Palestina l’accordo prevedeva:
« Che nella zona marrone [la Palestina] potrà essere istituita un’amministrazione internazionale la cui forma dovrà essere decisa dopo essersi consultati con la Russia ed in seguito con gli altri alleati ed i rappresentanti dello sceicco della Mecca» (Accordo Sykes-Picot).

Categorie
Perché

Palestinesi

da Wikipedia

Palestinesi (da “Palestina“, a sua volta dal Greco Philistia, “terra dei Filistei”) è un etnonimo per indicare un popolo arabofono dell’area geografica definita come Palestina.

Il primo utilizzFlag_of_Palestineo diffuso di “arabi palestinesi” come endonimo è stato nel dicembre 1920, in occasione Terzo Congresso dell’Esecutivo Arabo di Palestina, tenutosi a Haifa.
Dopo l’esodo del 1948, e ancor più dopo la Guerra dei sei giorni nel 1967, il termine è venuto a significare non solo un luogo di origine, ma anche il senso di un comune passato e futuro da attuarsi in forma di uno Stato-nazione palestinese, lo Stato di Palestina, da situarsi su Cisgiordania, Striscia di Gaza e Gerusalemme Est.

-> Conflitto Israele – Palestina

Categorie
Aforismi

“Impossibile”, A. E.

Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa.
Albert Einstein

Categorie
Riflessioni

“Universo”, S. H.

L’universo si prende la briga di esistere.

Stephen Hawking

Categorie
Aforismi

“Dovere”, V.A.K.

Il vostro dovere è quello di accettare me, il mio dovere è quello di tollerare voi.

Vernon Ah Kee