Categorie
Aforismi

Alfred North Whitehead

Risultati immagini per It is a profoundly erroneous truism, repeated by all copy books and by eminent people when they are making speeches, that we should cultivate the habit of thinking of what we are doing. The precise opposite is the case. Civilization advances by extending the number of important operations which we can perform without thinking about them. Philosophy begins in wonder. And, at the end, when philosophical thought has done its best, the wonder remains.

Alfred North Whitehead (Ramsgate, Kent (GB), 15 february 1861 – Cambridge, Massachusetts (USA), 30 december 1947)

Some aphorisms of A. N. Whitehead:

The aim of science is to seek the simplest explanations of complex facts. We are apt to fall into the error of thinking that the facts are simple because simplicity is the goal of our quest. The guiding motto in the life of every natural philosopher should be, “Seek simplicity and distrust it.”

It is a profoundly erroneous truism, repeated by all copy-books and by eminent people when they are making speeches, that we should cultivate the habit of thinking of what we are doing. The precise opposite is the case. Civilization advances by extending the number of important operations which we can perform without thinking about them. (An Introduction to Mathematics, 1911)

[IT] Lo scopo della scienza è quello di cercare le spiegazioni più semplici di fatti complessi. Siamo inclini a cadere nell’errore di pensare che i fatti sono semplici perché la semplicità è l’obiettivo della nostra ricerca. Il motto guida nella vita di ogni filosofo naturale dovrebbe essere, “Cercate la semplicità e diffidate di essa.”

Si tratta di una verità lapalissiana profondamente errata, ripetuta da tutti i quaderni e da persone eminenti quando stanno facendo discorsi, quella di dover coltivare l’abitudine di pensare a ciò che stiamo facendo. Il preciso opposto è il caso. La civiltà avanza per il gran numero di operazioni importanti che siamo in grado di effettuare senza pensarle.

Philosophy, in one of its functions, is the critic of cosmologies. It is its function to harmonise, refashion, and justify divergent intuitions as to the nature of things. It has to insist on the scrutiny of the ultimate ideas, and on the retention of the whole of the evidence in shaping our cosmological scheme. Its business is to render explicit, and — so far as may be — efficient, a process which otherwise is unconsciously performed without rational tests.

The science of pure mathematics, in its modern developments, may claim to be the most original creation of the human spirit. (Science and the Modern World, 1925)

Categorie
Foto Scuola

Madrid e Toledo – 16/21 marzo 2015

Categorie
Aforismi

“Educating Yourself”, M. J.

“Educating yourself does not mean that you were stupid in the first place; it means that you are intelligent enough to know that there is plenty left to learn”.

Melanie Joy

“Educare se stessi non significa, innanzitutto, che eravamo stupidi; vuol dire che siamo abbastanza intelligenti per sapere che c’è molto da imparare”.

Categorie
Aforismi

“Stop Learning”, A. E.

“Once you stop learning, you start dying”.

Albert Einstein

Categorie
Aforismi

“Istruzione”, P. F.

L’istruzione non cambia il mondo, cambia le persone che amdranno a cambiare il mondo.
Paulo Freire

Categorie
Riflessioni Scuola

Emozioni di fine anno scolastico

Oggi, 6 giugno 2014.
Ultimo giorno di scuola al Liceo “Calasanzio” di Empoli.
Sono passati 10 anni ed ecco che la scelta è stata fatta.
Doverosa per il mio futuro, ma dolorosa per quello che lascio.
La commozione è prevalsa, i sentimenti sono diventati forti e intensi.
La felicità di vedere i propri ragazzi che sono cresciuti, anche grazie alle mie parole.
La soddisfazione di non essere passato come uno dei tanti prof.
I genitori che mi ringraziano per quello che ho dato. Chi mi chiede di rimanere perché non ci sarà più uno come me.
E poi loro, ragazze e ragazzi…
Le dediche sulla foto della classe III. Che bello. Le lacrime scese sulle guancie di Bianca. Gli abbracci di saluto. Il silenzio rumoroso di Andrea.
Il sentimento di amicizia che mi lega con alcuni degli studenti mi riempie, risponde alla domanda: perché fai il prof.
Grazie

Nessun addio. Nessun arrivederci.
Ciao, a presto.

Massimo